Umanità Aumentata – Identità contemporanee tra dati e rappresentazione

LuogoTorino, Italia
ClienteCircolo del Design
Anno2019

Concept

La grande quantità di informazioni sull’uomo di cui disponiamo oggi, tra big e small data, ci permette di tracciare come mai prima d’ora i contorni della nostra umanità.Tuttavia, proprio questa moltitudine di dati, rende estremamente sfumata la nostra identità, che rimane una grande incognita, un mistero tanto più fitto quanto più complessa e puntuale ne diventa la rappresentazione.

Sviluppo

La mostra, curata da Wild Mazzini e Marco Ruffino (lamatilde) e presentata al Circolo del Design, propone un percorso tra le “forme spezzate” dell’uomo e della donna contemporanei. In questo caleidoscopio, tra infografica, data visualization, photoviz, data art e sonification, la mostra offre allo spettatore anche la possibilità di contribuire alla ricerca dell’uomo sull’uomo attraverso un’installazione interattiva, analogica e senza filtri, che invita a trovare la propria prospettiva.

CREDITS

DIREZIONE
Sara Fortunati

A CURA DI:
Marco Ruffino
Wild Mazzini

PROGETTO GRAFICO E
ALLESTIMENTO:
Torino Graphic Days
Marco Ruffino

con gli studenti:
Alice Cadorna, Francesco Luminasi, Julian Mendez,
Kim Donghyeon, Irene Giardina Papa, Michelle Vicari, Isabella Perino, Sophia Giachin

PROJECT MANAGEMENT
Marilivia Minnici

ASSISTANT
Francesco Boccato Rorato

ALLESTITORE
Giuseppe Giorcelli

COMUNICAZIONE
Enza Brunero

UFFICIO STAMPA
Federica Biasio

TRADUZIONI
Isa Matilde Bonino

Il Circolo del Design
è sostenuto da:

MAIN PARTNER
Compagnia di San Paolo

PARTNER
Camera di Commercio

SPONSOR TECNICI
TechArt
Sonos

Si ringraziano
Per le opere:

South China Morning Post
Density Design Lab –
Politecnico di Milano
Annely Juda Fine Art gallery